In questo periodo dove la maggior parte di noi si riempie la bocca con termini come smartworking, innovazione digitale, webinar, videocall, ecc. hai provato ad immaginare chi sia l’artefice di tutto questo? Sono i Chief Digital Officer (CDO). Persone molto preparate che hanno capito, con un certo anticipo, che la situazione è in evoluzione e che il digitale è l’unica risposta. All’inizio della loro attività, molto probabilmente, si sono dedicati alla sostituzione della modulistica cartacea con quella digitale, ma adesso sono i veri esperti della digital transformation che hanno il compito di aiutare le aziende a rimanere competitive a fronte di una crescente digitalizzazione.

Ti faccio una semplice domanda: quanto è digitalizzata la tua azienda? Hai dieci secondi per rispondere. Ok ho capito, non sai cosa dire. Allora leggi quello che scrivo perché potrebbe esserti indispensabile nel prossimo futuro.

Un CDO è una figura ibrida: un po’ tecnico, un po’ manager, un po’ comunicatore dotato dell’unica visione possibile ai giorni nostri: la visione del cambiamento. Non si tratta solo di implementare i servizi digitali, infatti, ma di rimuovere le barriere spingendo le aziende a pensare alle nuove tecnologie come un partner per raggiungere gli obiettivi di business, piuttosto che come un qualcosa da guardare con diffidenza e tenere a distanza. La country manager Italia di Amazon, in un’intervista ad un giornale nazionale, esorta le piccole aziende italiane a crescere nel digitale altrimenti per loro sarà difficile uscire da questa crisi.

Ed ecco qui che il CDO è la prossima risorsa che avrai bisogno di inserire nella tua azienda. Vediamo alcuni dati: il 21% di 2.500 tra le più grandi public company nel mondo (Fonte PwC’s Strategy&) ha già designato un Chief digital officer (o equivalente). Anche in Italia il ruolo sta trovando maggiore riscontro pratico nel tessuto lavorativo. Anche se molte aziende ora credono che non sia più sufficiente un singolo CDO per la trasformazione digitale: se diventa una priorità strategica intrinseca in tutta l’azienda, gestirla in maniera agile diventa fondamentale per la sopravvivenza.

Il Chief Digital Officer deve essere un manager con esperienza nell’industry di riferimento che ha la responsabilità di gestire il processo di digital transformation dell’azienda. Deve esercitare un forte presidio in ambito Sales&Marketing, definire le giuste strategie da mettere in atto per condurre l’azienda all’utilizzo degli strumenti digitali e, in seguito, per condurla in un cammino indirizzato all’innovazione.

Ecco allora che per formare queste nuove figure, sempre più necessarie all’interno delle aziende, si stanno creando associazioni, corsi online e master per fare apprendere ai potenziali CDO del futuro le giuste competenze e dotarli degli strumenti necessari per governare l’innovazione digitale nelle proprie aziende.

Come si fa a diventare un Chief Digital Officer?

Il CDO è una figura relativamente recente (soprattutto in Italia) per cui non esistono processi definiti. È fondamentale la conoscenza profonda dei modelli di business del settore di riferimento e le logiche odierne di organizzazione aziendale. Deve essere dotato di capacità di comunicazione e coinvolgimento dei team in azienda perché la trasformazione digitale è in primis una trasformazione culturale.

Conosco diverse associazioni che hanno iniziato a proporre percorsi di apprendimento per creare i futuri CDO. Ad esempio Digital Building Blocks, un'associazione di promozione sociale nata da manager che utilizzano la metodologia Digital Building Blocks.

CDO-servizi

Trae ispirazione dai cambiamenti in atto nelle attività di impresa (molti la chiamano Digital Transformation) ed ha una visione ambiziosa: quella di preparare la prossima generazione di manager in Italia. E come lo fa?

L' obiettivo del progetto Digital Building Blocks è di dare ai top manager di oggi (e di domani) un modello operativo per sfruttare le leve digitali e disegnare una roadmap di rapida adozione attraverso

  • webinar, in cui i digital manager DBB trasferiscono le proprie competenze ai futuri CDO;
  • eventi live, dove i manager aziendali condividono le loro esperienze legate al cambiamento digitale che gestiscono quotidianamente.

Secondo l’associazione è necessario utilizzare metodologie ormai consolidate per essere in grado di beneficiare pienamente della Digital Transformation in atto e poter essere pronti per le nuove onde all’orizzonte.

L’alternativa alla tua formazione o dei manager già in azienda è selezionare i migliori talenti sul mercato perché individuare il più idoneo CDO per la tua azienda è un aspetto molto importante da gestire.

Come si selezionano i migliori candidati

Le piattaforme di ricerca di lavoro si stanno adeguando ai nuovi standard. Un’azienda che ha già un sistema avanzato di ricerca e selezione del personale è Indeed. L’azienda ha, infatti, sfruttato l’innovazione tecnologica per mettere a punto dei servizi per le aziende per individuare i migliori talenti disponibili sul mercato.

CDO-Indeed

Questi strumenti sono:

  • Targeting dei candidati: per mostrare i tuoi annunci di lavoro ai candidati in cerca di opportunità simili alle tue;
  • Employer branding: per raccontare la tua storia e consolidare il tuo branding per raggiungere il candidato ideale;
  • Ricerca e selezione: per identificare i candidati ideali e ridurre i tempi di assunzione.

Inoltre sul sito Indeed la tua azienda avrà a disposizione una Company Page con la quale promuovi la cultura aziendale e attrai i talenti migliori.

Per aumentare la raccolta di dati e informazioni dei candidati, alcune agenzie hanno messo a punto sistemi di Inbound Recruitment: aumentano l’awareness della tua azienda verso chi cerca lavoro e l’attrazione delle migliori professionalità sul mercato.

Gli altri vantaggi dell’Inbound Recruitment sono:

  • Maggior velocità di selezione dei CV grazie a tool basati sull’intelligenza artificiale;
  • Valutazione dei candidati oggettiva e a prova di “errore umano”;
  • Promozione dei candidati per intercettare per primi i candidati migliori;
  • Corsi online per la crescita professionale continua e certificata.

Conclusioni

Come puoi notare la digital transformation è già in mezzo a noi. E non si ferma ad aspettarti. Anzi, se non sei già scattato sulla sedia, hai perso l’ennesima occasione. Ti rendi conto l’opportunità che la tua azienda sta sprecando? Vuoi un consiglio spassionato? Riunisci tutti i manager della tua azienda e valuta con loro quali potrebbero essere i primi interventi da apportare all’organizzazione della tua azienda e poi contatta subito un’agenzia che ti aiuti ad implementare i vari passaggi che hai definito nel tuo workflow per l’innovazione digitale.

 

innovazione digitale guilds42