Le soluzioni Software as a Service - o SaaS - sono state ampiamente adottate dalle aziende pubbliche e private in tutto il mondo e hanno aiutato la maggior parte di queste a trasformare alcuni processi, portando ad un cambio di mentalità, aiutando una digital transformation più efficace ed efficiente.Il SaaS non rappresenta solo un modello di business redditizio per le aziende che lo producono, ma offre a tutti i gli utenti molti vantaggi che non possono essere ignorati quando si parla a 360° di digital traansformation.

Differenze tra SaaS e altri sistemi cloud come PaaS e IaaS (per evitare confusione)

Sebbene esistano altre soluzioni simili, come per esempio la Piattaforma come servizio (PaaS), o l'infrastruttura come servizio (IaaS), ci focalizziamo solamente sul Software come servizio (SaaS).

Che cos'è PaaS, Platform as a Service 

I servizi della piattaforma cloud, o Platform as a service (PaaS), sono quelli che forniscono componenti ed elementi in cloud a determinati software, mentre vengono utilizzati principalmente per le applicazioni. PaaS fornisce un framework agli sviluppatori su cui costruire, e poi utilizzare, applicazioni personalizzate. Tutti i server, lo storage e il networking possono essere gestiti dall'azienda o da un fornitore di terze parti, mentre gli sviluppatori possono mantenere la gestione delle applicazioni.

Consegna PaaS

Il modello di consegna PaaS è simile a SaaS, tranne che invece di distribuire il software su Internet, PaaS fornisce una piattaforma per la creazione di software. Questa piattaforma viene distribuita sul Web e offre agli sviluppatori la libertà di concentrarsi sulla creazione del software senza doversi preoccupare dei sistemi operativi, degli aggiornamenti software, dello storage o dell'infrastruttura.

Il modello PaaS consente alle aziende di progettare e creare applicazioni integrate nel PaaS con componenti software speciali. Queste applicazioni, o middleware, sono scalabili e altamente performanti, in quanto assumono determinate caratteristiche del cloud.

Vantaggi dell'uso del PaaS

Indipendentemente dalla dimensione dell'azienda in cui ci si trova, ci sono numerosi vantaggi nell'utilizzo di PaaS:

  • Rende lo sviluppo e la distribuzione di app semplici ed economicamente conveniente.
  • Scalabile.
  • Facilmente disponibile.
  • Offre agli sviluppatori la possibilità di creare app personalizzate senza il problema di mantenere il software di sistema alle spalle.
  • Permette di ridurre notevolmente la quantità di codice.
  • Consente una facile migrazione al modello di cloud ibrido.

Caratteristiche PaaS

PaaS ha molte caratteristiche che lo definiscono come un servizio cloud, tra cui:

  • È basato sulla tecnologia di virtualizzazione: le risorse possono essere facilmente scalate verso l'alto o verso il basso, man mano che l'azienda ha bisogno.
  • Fornisce una varietà di servizi per facilitare gli sviluppatori nello sviluppo, oltre che nella fase di test e distribuzione di applicazioni.
  • Più utenti possono accedere alla stessa applicazione in fase di sviluppo, lavorando in contemporanea.
  • I servizi Web e i database sono integrati

Quando usare PaaS

Ci sono molte situazioni in cui utilizzare PaaS è molto utile, quando non addirittura necessario.
Se ci sono più sviluppatori che lavorano sullo stesso progetto in contemporanea, o se anche altri fornitori devono essere inclusi per lavorare a differenti parti della creazione dell'applicazione, PaaS può fornire una grande velocità e flessibilità all'intero processo.
PaaS è anche utile se desideri creare le tue applicazioni personalizzate riducendo notevolmente i costi e può semplificando alcune difficoltà che si possono presentare quando si inizia un progetto di sviluppo e si vuole portare a casa l'applicazione funzionante in tempi brevi.

Esempi di PaaS

AWS, Windows Azure, Google App Engine

Che cos'è IaaS, Infrastructure As a Service

IaaS è la formula magica quando hai bisogno di hardware a tua disposizione... senza le complicazioni di avere l'hardware.
I servizi di infrastruttura cloud, noti come Infrastructure as a Service (IaaS), sono costituiti da risorse di elaborazione e calcolo altamente scalabili e automatizzate. IaaS è completamente self-service per l'accesso e il monitoraggio di elementi come il calcolo, il networking, lo storage e altri servizi, e consente alle aziende di acquistare risorse on-demand e a seconda delle necessità invece di dover acquistare l'hardware a titolo definitivo.

Consegna IaaS

IaaS offre un'infrastruttura di Cloud Computing alle organizzazioni, incluse cose come server, rete, sistemi operativi e storage... il tutto attraverso la tecnologia di virtualizzazione. Questi server cloud vengono generalmente forniti al cliente tramite un dashboard o API e i client IaaS hanno il controllo completo sull'intera infrastruttura. IaaS offre le stesse tecnologie e le stesse funzionalità di un data center tradizionale, senza doverlo gestire fisicamente.
I clienti IaaS possono ancora accedere ai loro server e allo storage direttamente, ma sono tutti esternalizzati attraverso un "centro dati virtuale" nel cloud.

Al contrario di SaaS o PaaS, i client IaaS sono responsabili della gestione di aspetti quali applicazioni, runtime, sistemi operativi, middleware e dati. Tuttavia, i fornitori di IaaS gestiscono server, hard disk, networking, virtualizzazione e storage. 

Vantaggi IaaS

Ci sono molti vantaggi nella scelta di IaaS come, ad esempio:

  • È il modello di cloud computing più flessibile.
  • Consente facilmente l'implementazione automatizzata di storage, reti, server e potenza di elaborazione.
  • L'hardware può essere acquistato in base al consumo e non diventa mai obsoleto.
  • Fornisce ai clienti il controllo completo della loro infrastruttura.
  • Le risorse possono essere acquistate in base alle necessità.
  • È altamente scalabile.

 

Scarica Check-list per la digital transformation (per manager nel privato e nel publico)

 

Caratteristiche IaaS

Alcune caratteristiche che possono aiutare una valutazione quando si considera di utilizzare IaaS:

  • Le risorse sono disponibili come servizio e non come hardware
  • Il costo varia a seconda del consumo
  • I servizi sono altamente scalabili
  • Fornisce il controllo completo dell'infrastruttura alle aziende
  • Dinamico e flessibile

Ma noi ci concentriamo sul SaaS...

PaaS e IaaS sono due elementi determinanti in un processo di cloudificazione delle risorse e gli sviluppatori e sistemisti possono trarne grande vantaggio, liberando risorse e tempo dei reparti IT nella strada della digital transformation. Ma l'impatto più grande sulle operation interne e sulla distribuzione di servizi ce l'ha il SaaS, ed è per quello che ci concentriamo su quello, in questo capitolo. Il nostro obiettivo è formare i nuovi CDO, affiancare il manager per capire l'importanza della trasformazione digitale ed aiutarli a capire quale potrebbe essere la loro strada.

Indipendentemente dall'industria a cui appartiene la tua organizzazione, la trasformazione digitale è un processo continuo che richiede sia adattamento che agilità. È quindi partiamo dal chiederci come le soluzioni SaaS possono aiutare il management di un'azienda a migliorare gli sforzi di trasformazione.

Cos'è SaaS?

Il software come servizio è anche noto come servizio di applicazioni in cloud ed è la soluzione più comunemente utilizzata nel mercato cloud. Il suo scopo è quello di fornire applicazioni ai suoi utenti mentre il software, con relativo server ed infrastruttura condivisa, viene gestito da un fornitore di terze parti.

Alcuni dei più noti sono G Suite, HubSpot, ShopifyDropbox, Salesforce, Cisco WebEx (ma potrei citarne centinaia). Ognuno di questi fornisce un servizio diverso ma utilizza la stessa tecnologia. Gli utenti di questi software non avranno bisogno di dischi fissi, server, database o altri componenti per utilizzarli. L'unico prerequisito è un accesso a Internet e un browser.

Chi usa il SaaS?

Secondo una ricerca di Forrester Research, l'adozione del modello SaaS e la sua diffusione all'interno delle aziende, è stata finora guidata principalmente dalle esigenze di gestione delle risorse umane (HRM), per la gestione delle relazioni con i clienti (CRM), software di collaborazione (ad es. Email), ma è una mappatura destinata ad ampliarsi.

Oggi è possibile avere un data warehouse nel cloud a cui è possibile accedere e connettersi con il software di business intelligence in esecuzione come SaaS e integrarsi anche all'ERP in cloud, come Microsoft Dynamics, raccogliendo tutti i dati dei contatti sul CRM, come HubSpot, che fa da collettore anche per tutti i messaggi di posta elettronica inviati da G Suite...
I risparmi per le grosse aziende, con questo approccio, possono salire anche a svariati milioni di euro. Inoltre, le applicazioni SaaS messe in funzione molto rapidamente, il che è perfetto per progetti nelle operations che si implementano con il metodo Agile del 'Fail Fast'.
Le persone addette alle vendite e al marketing hanno probabilmente familiarità con HubSpot o Salesforce.com, i principale CRM SaaS, con milioni di utenti e centinaia di migliaia di clienti.
Anche le vendite possono andare in SaaS, con app come Shopify Plus, che ti permettono di gestire gli ordini, il magazzino, le scontistiche e i listini, comunicare con la produzione e altro ancora.

In che modo un'azienda può beneficiare delle applicazioni SaaS?

Il SaaS può essere particolarmente interessante per le PMI e le startup con budget bassi ed è particolarmente utile per i progetti che richiedono collaborazione tra più persone.

Ecco alcuni vantaggi che può portare l'utilizzo del SaaS in un'azienda:

1. Costo di partenza inferiore

Con SaaS, paghi ciò di cui hai bisogno, senza dover acquistare hardware per ospitare le tue nuove applicazioni. Invece di fornire risorse interne per installare il fornitore del software svolge gran parte del lavoro per far funzionare l'applicazione per te. Il tempo per implementare una soluzione di lavoro, può passare da alcuni mesi, usando il modello tradizionale, a settimane, giorni o ore con il modello SaaS. 

2. Velocità nel vedere i risultati

Diversamente dal modello tradizionale del software installato, in SaaS il software (ovvero l'applicazione) è già installato e configurato (da qualche parte). L'utente ha il vantaggio di eseguire il provisioning del server per un'istanza nel cloud e in un lasco di tempo che va dai pochi secondi al paio d'ore, si può avere la propria applicazione pronta per l'uso. Ciò riduce il tempo che trascorre tra la fase di installazione e configurazione e può ridurre i problemi che possono intralciare la distribuzione del software.

3. Paghi quello che usi

Il software SaaS offre il vantaggio di costi prevedibili e certi sia per l'abbonamento che, in una certa misura, per l'amministrazione del servizio. Anche se scalerai verso l'altro, puoi avere un'idea chiara di quali saranno i tuoi costi (potendo fare una previsione). Ciò permette di redarre una previsione di bilancio molto più accurata, soprattutto rispetto ai costi sempre variabili dell'IT interno sia per gestire gli aggiornamenti, che  risolvere i problemi relativi a determinate istanze.

SaaS ha una differenza rispetto ai costi del software acquistato e scaricato poiché, solitamente, risiede in un ambiente condiviso (o multitenant) dove i costi vengono distribuiti su vasta scala e le licenze hardware e software sono più accessibili rispetto al modello tradizionale.

Un altro vantaggio è che la base di clienti può essere aumentata o diminuita a seconda delle necessità, poiché consente alle piccole e medie imprese, o ai piccoli e medi team all'interno delle enterprise, di utilizzare un software che altrimenti non utilizzerebbero, a causa dell'elevato costo della licenza.Anche i costi di manutenzione sono ridotti, poiché il fornitore dell'applicazione SaaS è proprietario dell'ambiente e divide i costi tra tutti i clienti che utilizzano la sua soluzione.

4. Scalabilità e integrazione

Solitamente, le soluzioni SaaS risiedono in ambienti cloud scalabili e integrati con altre offerte SaaS. Confrontandolo con il modello tradizionale, gli utenti non devono acquistare un altro server o software. Devono solo abilitare una nuova postazione SaaS e, in termini di pianificazione della capacità del server, il fornitore SaaS erogherà i servizi acquistati a questa postazione.

La maggior parte delle app SaaS sono progettate per supportare una certa quantità di personalizzazioni e adattarsi ai vari modelli di business. I fornitori SaaS forniscono le API per consentire connessioni non solo ad applicazioni interne come ERP o CRM ma anche ad altri provider di applicazioni SaaS.
Uno degli aspetti fantastici dell'integrazione tra le applicazioni è che gli ordini scritti mentre si visitai  clienti possono essere automaticamente inviati all'ERP, controllando la disponibilità in magazzino e fornendo informazioni realistiche sul tempo di consegna, inviando direttamente il preventivo al cliente durante la visita ed ottenere l'approvazione in pochi minuti.
E quando si scala con un fornitore SaaS, non è necessario investire nella capacità del server e nelle licenze software. Basta regolare il proprio abbonamento. 

5. Nuove versioni (aggiornamenti) in carico al venditore

Dietro al modello SaaS c'è il vantaggio che i fornitori si assumono la responsabilità di mantenere il software e di aggiornarlo, assicurando che sia affidabile e conforme agli accordi stipulati al momento della vendita, mantenendo l'applicazione e i relativi dati al sicuro.
I fornitori SaaS aggiornano l'applicazione e tutte le migliorie diventano disponibili per tutti i loro clienti. I costi e gli sforzi associati agli aggiornamenti e al passaggio alla nuova versione, sono inferiori rispetto al modello tradizionale, quello che obbliga l'utente ad acquistare un pacchetto di aggiornamento e installarlo, oppure pagare servizi specializzati per aggiornare l'ambiente (con ovvie problematiche legate ad ogni aggiornamento di applicazioni core aziendali, dove si pianificano i tempi di intervento e di passaggio da una versione all'altra).

Mentre ci sono ancora alcuni responsabili o personale dell'IT che si preoccupa della sicurezza dei propri dati al di fuori delle mura aziendali, la verità è che il fornitore ha un livello di sicurezza molto più elevato di quello fornito dall'azienda stessa, quando il dato è disponibile al di fuori delle mura (indispensabile per lavorare in mobilità). Inoltre, i dati vengono automaticamente sottoposti a backup dal fornitore del software, fornendo ulteriore sicurezza e tranquillità. A causa dell'hosting del data center, come minimo hai il vantaggio aggiuntivo di almeno un disaster recovery.
Infine, il venditore gestisce questi problemi come parte delle competenze intrinseche, fa parte del servizio che vende con l'app. Se li lasci fare e ti concentri sulle funzioni del software, le migliorie interne all'azienda e sulla formazione del personale, la digital transformation all'interno  non può che trarne vantaggio.

6. Facile da usare e per eseguire test e progetti pilota

Le applicazioni SaaS sono più facili da usare poiché sono già presenti best practice condivise e modelli al suo interno. Gli utenti possono fare fare sperimentazioni e testare le nuove funzionalità del software per poi poterla portare al resto del team se questa funziona. Anche per ambienti di grandi dimensioni, gli utenti possono utilizzare le offerte SaaS per testare il software prima di acquistarlo e lo switch tra un'applicazione e un'altra e facile: si disattiva un abbonamento, avendo cura di migrare i dati su un'altra soluzione migliore e formando le persone che dovranno utilizzarla.

7. Tasso di adozione più alto

Poiché il software è accessibile tramite browser web familiari, le app SaaS tendono ad avere curve di apprendimento più basse e tassi di adozione più elevati. Questo può essere particolarmente significativo dato l'alto costo dello sviluppo e dell'implementazione del software locale, rispetto al basso costo di ingresso per SaaS. Nessuno vuole investire un sacco di soldi in software sviluppati appositamente che gli utenti poi non utilizzeranno. Con il team vendite, per esempio, è fondamentale disporre di un'applicazione di scrittura degli ordini intuitiva e veloce, con la quale gli utenti si sentano a proprio agio in mobilità. I venditori vogliono dedicarsi alle vendite, non perdere tempo in formazione.

8. Si lavora ovunque

Poiché il software è ospitato nel cloud e accessibile tramite Internet, gli utenti possono accedervi tramite dispositivi mobili ovunque siano connessi. Ciò include il controllo delle cronologie degli ordini dei clienti prima di una telefonata di vendita, l'accesso ai dati in tempo reale e all'assunzione degli ordini in tempo reale con il cliente, accedere ai propri file sui dischi condivisi, collaborare con il team da ovunque grazie al calendario, chat aziendali multidevice... Per i guerrieri della strada, la possibilità di accedere al software e ai dati quando ne hanno bisogno può cambiare il lavoro del commerciale.

9. Mantieni tutto più sicuro

Questo è un altro aspetto chiave per il quale il SaaS sta iniziando a fare davvero la differenza. Mentre la sicurezza e la privacy del dato messo nel cloud erano, fino a poco tempo fa, una preoccupazione per molte organizzazioni, il cloud e il software as a service stanno rapidamente trasformandosi in un vantaggio competitivo. Questo perché i venditori di cloud hanno rafforzato la sicurezza fisica e digitale fino al punto in cui è impossibile arrivare per quasi qualsiasi altra azienda non dedicata esclusivamente a questo aspetto Quindi se nella tua organizzazione c'è ancora chi mostra preoccupazioni persistenti sulla sicurezza in SaaS, è tempo di dirgli di informarsi meglio...

Con il SaaS la digital transformation cambia "il modo"

La trasformazione digitale sta cambiando il modo in cui le aziende lavorano, comunicano, creano prodotti / servizi e li fanno arrivare ai loro clienti. Il Software as a Service consente alle aziende di creare nuovi metodi per fornire i loro prodotti e servizi ai clienti, senza attriti e in modo diretto. I prodotti e i servizi vengono fatti arrivare ai clienti su Internet, o tramite il web si può accedere a questi in modo facile, con conseguente facilità di accesso onnipresente.

L'economia del servizio on demand sta spingendo le aziende a re-immaginare i prodotti e servizi per il mondo digitale. Proviamo a capire come le aziende sono in grado di condurre la loro trasformazione digitale grazie al SaaS

1. Self-service on demand:

Le organizzazioni stanno ripensando i loro modelli di business per l'era digitale ad alta velocità. I modelli self service on demand stanno creando nuove strade per portare i servizi digitali ai consumatori. Ad es. Spotify offre musica su richiesta, Netflix offre servizi di streaming video e Uber offre un servizi di taxi distribuito.

2. Molteplici punti di contatto con i consumatori:

Gli utenti sono connessi tramite cellulari, tablet, laptop e desktop. Un modello di servizio online si rivolge a tutti questi clienti con una piattaforma integrata. Questo approccio è comodo e facile per i consumatori e porta ad un'adozione diffusa e distribuita geograficamente.

3. Il rapido adattarsi alle mutevoli esigenze:

È il provisioning dinamico delle risorse che rende fattibili i servizi on demand. Ad es. Facebook, Skype, Gmail e Whatsapp sembrano avere risorse illimitate, ma nel back-end questi servizi sono gestiti attraverso il provisioning dinamico di risorse basate sul cloud. Il modello di servizio on demand consente alle applicazioni di utilizzare le risorse in proporzione ai richieste. Le risorse come reti, server, storage, servizi ecc. possono essere ridimensionate o ridotte in base alle esigenze dell'applicazione.

4. La misurazione dei servizi:

Con i servizi che si possono attivare su richiesta (e nella quantità richiesta...), i clienti pagano solo per quello che usano. Le aziende possono anche misurare l'utilizzo dei loro servizi. La misurazione del servizio consente ad un'impresa di esaminare l'utilizzo delle risorse, il costo, la pianificazione in modo proattivo per l'utilizzo delle applicazioni. Ad es. le aziende possono configurare e specificare un limite di archiviazione complessivo di 15 GB per account utente per il servizio di posta elettronica.

5. L'indipendenza dalla postazione:

Con il modello del software come servizio, non vi è alcuna restrizione sulla postazione in cui si trovano gli utenti. Gli utenti in tutto il mondo possono accedere agli stessi servizi e/o collaborare in real time. Ad es. i media e le aziende di news possono utilizzare i canali digitali per gestire le informazioni tra tutte le sedi e gli utenti dei loro servizi possono accedere alle notizie da qualsiasi luogo e posizione.

 6. Dati integrati:

Il modello di servizio on demand consente alle aziende di integrare tutti i dati del software utilizzato. Attraverso la costruzione di connettori che sfruttano le API dei vari servizi/programmi il dato è uniforme e si trova in tutte le varie app utilizzate, seguendo l'utente che deve gestirlo in varie maniere.
Per esempio si possono importare le vendite dell'eCommerce all'interno del CRM e del gestionale e dal gestionale passare le vendite fisiche sempre all'interno del CRM che - a sua volta - può essere connesso, da un lato con un programma di business intelligence per verificare l'andamento degli affari, dall'altro con i report sulla customer experience per accentrare tutte le informazioni su un contatto all'interno di un contenitore. Gli obiettivi di rendimento, il servizio clienti e le attività amministrative complete possono essere pianificati utilizzando questi dati integrati. 

7. Infrastruttura e sicurezza:

Il livello dell'infrastruttura cloud può essere fornito in base ai requisiti delle applicazioni e dei servizi offerti dall'azienda. Le organizzazioni possono ridurre l'infrastruttura IT al minimo, come pure il personale necessario per gestirla, grazie all'utilizzo del cloud. La sicurezza delle applicazioni può essere soddisfatta con la giusta infrastruttura cloud e le politiche di sicurezza per l'accesso, l'autorizzazione e la gestione delle identità, ecc.

8. Integrazioni senza interruzioni dei sistemi legacy:

Da Wikipedia: "In informatica, un sistema legacy (ereditato, che è un lascito del passato) è un sistema informatico, un'applicazione o un componente obsoleto, che continua ad essere usato poiché l'utente (di solito un'organizzazione) non intende o non può rimpiazzarlo. Legacy equivale a versione "retrodatata" (rispetto ai sistemi/tecnologie correnti)."
Le aziende stanno cercando di ottimizzare i loro processi con il digital. Quando vengono introdotti nuovi servizi per i processi aziendali, è anche fondamentale integrare i sistemi legacy e i loro dati. Anche i dati dei sistemi legacy fanno parte del dato che arricchisce il il valore della digital transformation dell'azienda e, se un'applicazione non si può - al momento - sostituire, bisogna trovare il modo di farla convivere con il resto delle app aziendali.

9. Aggiornamenti e continua evoluzione:

La trasformazione digitale è un processo continuo. Gli strumenti e le tecnologie cambiano di frequente, le aziende devono andare avanti con i tempi che cambiano rapidamente. Con il SaaS, le aziende possono continuare a cambiare, migliorare o aggiornare i loro servizi continuamente. Gli aggiornamenti e i miglioramenti possono essere adottati dai clienti in real time, senza tempi di fermo significativi per i servizi.

10. Sperimentazione e innovazione:

L'innovazione è un bisogno assoluto per il mondo imprenditoriale, specialmente quando le cose sono costantemente messe alla prova da ondate di digitalizzazione. I servizi on demand e i software cloud offrono spazio per la sperimentazione. La digital transformation è un processo continuo di test che, quando funzionano, vengono allargati sulle operation o sulla customer experience. Il SaaS permette di provare nuovi software, nuove funzioni, nuove metodologie su piccoli gruppi con costi e tempi ridotti.

 

Scarica checklist gratuita per la digital transformation