La trasformazione digitale è una priorità per un numero sempre maggiore imprese in tutti i settori e settori.

 Il tentativo di moltissime organizzazioni, in questi anni,  è quello di riuscire ad  applicare tecnolo

gie innovative come il cloud per  eliminare i costi dell'infrastruttura, migliorare l'efficienza aziendale e trarre vantaggio dall'innovazione continua, attraverso nuovi canali e soluzioni digitali.

I manager sono incuriositi da questo cambiamento da portare all'interno delle loro fabbriche ed uffici, perché connota fortemente due parole chiave per il successo negli affari: innovazione e progresso.
dipendenti, dal canto loro, sperano che questa trasformazione sia in grado di farli lavorare in un ambiente più agile,  in cui risolvere i problemi e collaborare con i team in modo smart.
Ai clienti piace ,l'idea della trasformazione digitale dei loro fornitori, perché promette più opzioni per coinvolgerli, seguirli meglio e metodi user-friendly per relazionarsi con l'azienda o entrare in contatto con i prodotti/servizi.

Questi sono chiaramente alcuni grandi obiettivi, e molti manager o imprenditori, mentre sono affascinati dal percorso che la digital transformation può rappresentare, non sanno in realtà da dove cominciare; molti considerano (erroneamente) la trasformazione digitale un'attività troppo grande e si bloccano, non riuscendo ad avviare alcun meccanismo virtuoso all'interno. Un'inerzia per "paura" del megaprogetto che la trasformazione digitale pensano possa comportare.

Una postazione di lavoro digital

Una postazione di lavoro digitale è ora requisito, non solo un'opzione, sopratutto se ci si vuole instradare verso il percorso della trasformazione digitale dell'azienda. Partire dai massimi sistemi e dalle complicazioni dei vecchi software utilizzati in azienda forse non è l'idea migliore. Ma la postazione del dipendente, potrebbe essere un ottimo inizio. Lui, probabilmente, è già pronto.
La rivoluzione digitale non ha solo influenzato il modo in cui le aziende interagiscono con i loro clienti; ma sta cambiando anche il posto di lavoro. Non solo i dipendenti sono sempre più in movimento e "liberi" dalla postazione fisica, ma il loro lavoro si basa spesso sull'accesso alle informazioni in tempo reale, e sono loro, in primis, che si aspettano sempre più esperienze digitali che funzionano sul posto di lavoro. Le aziende devono riprendere in esame, ripensandolo, il modo in cui affrontano la soddisfazione dei dipendenti, la collaborazione e la produttività dei vari reparti, per arrivare a consentire un ambiente di lavoro altamente collaborativo e che sfrutti senza interruzioni (nel passaggio delle informazioni tra i vari silos aziendali) l'innovazione digitale, per offrire prestazioni superiori.

G Suite per iniziare con la digital transformation

Una soluzione veloce, smart e poco costosa per "iniziare" con la digital transformation, alla quale i dipendenti sono pronti e che potrebbe essere alla portata di tutti c'è.

Parliamo di G Suite, l'offerta di Google per le aziende per portare la posta aziendale all'interno di Google, i software di videoscrittura, foglio di calcolo e presentazioni collaborativo su Google Drive, il Google Calendar aziendale per tutti i dipendenti e molto altro ancora (per una descrizione completa delle funzioni si può leggere "Cos'è G Suite")  Google presenta G Suite come uno strumento di trasformazione digitale per le organizzazioni che desiderano iniziare il proprio percorso nel cloud, per soddisfare i loro team in mobilità, scalando senza problemi e complicazioni, per raggiungere gli obiettivi di business e aumentare la produttività.

Secondo uno studio del gruppo Altimeter, i CEO e i CMO stanno indirizzando e guidando gran parte degli sforzi di trasformazione digitale nelle aziende, ma spetta al CIO mappare gli obiettivi aziendali con le funzionalità tecnologiche. La loro sfida consiste nel fornire soluzioni che rientrino nelle esigenze di budget e sicurezza, ma raggiungano comunque obiettivi commerciali e che siano al servizio dei vari segmenti di pubblico nell'ecosistema dell'organizzazione.

G Suite presenta una serie di strumenti di collaborazione e produttività basati sul cloud, che offrono applicazioni ricche di funzionalità e che sono in continua evoluzione, in linea con la volontà del CIO di integrare tecnologie e processi esistenti con nuovi modelli di governance, operazioni e adozione (e anche di farlo rapidamente) . È anche semplice da usare e l'usabilità è correlata alla produttività. E poi diciamolo: la stragrande maggioranza degli utenti ha provato o usa la posta di G Mail e i servizi di Google,. vuoi sul computer o vuoi sullo smartphone.

Parliamo di una tecnologia che è familiare per gli utenti, ma che potata nell'azienda diventa una tecnologia collaborativa che permette di lavorare in mobilità utilizzando le soluzioni cloud. Cosa chiedere di più?

Più agile con G Suite

Una delle cose interessanti che anche la ricerca di Altimeter sottolinea è come la spinta alla digital transformation sia in gran parte il risultato di una "evoluzione dei comportamenti e delle preferenze dei clienti".
In una certa misura si tratta di offrire ai clienti un modo più semplice per essere coinvolti e negoziare / trattare / fargli passare il nostro pricing.
Ma si tratta anche di creare un'organizzazione più snella in grado di indirizzare il tempo, che prima veniva speso per risolvere problemi di infrastruttura e di processo, e riassegnarlo agli sforzi per seguire meglio il cliente, ovvero alla customer care.

La sfida è proprio quella di sapersi muovere rapidamente, per arrivare ad avere un'azienda agile: questo implica chiaramente l'uso di nuove tecnologie, ma deve anche essere saggiamente implementato con le migliori pratiche aziendali, al fine di sviluppare e offrire ai clienti soluzioni migliori.

G Suite funge da dashboard aziendale. Combina Gmail in una gamma completa di app per documenti (Documenti, Fogli, Presentazioni), strumenti di collaborazione (Hangouts, Chat) e ora vanta una massiccia e in crescita libreria di app di terze parti che possono essere utilizzate per migliorare la piattaforma di base (noi per esempio, per dirne una, utilizziamo l'applicazione MindMup, per creare mappe mentali e schemi sequenziali).

Se le aziende aggiorneranno il modo in cui operano, avranno anche bisogno che le soluzioni adottate siano sicure, scalabili e agili. I miglioramenti nella collaborazione di gruppo, nella comunicazione e nella gestione dell'infrastruttura - che permette l'adozione di G Suite - consentiranno ai team aziendali di adattarsi rapidamente e di essere più reattivi alle tendenze del mercato e alle esigenze dei clienti.

Personalizza l'esperienza digitale

La promessa di agilità nel cloud non riguarda solo la velocità, ma è il risultato dell'offerta di un'esperienza unica. Consente alle aziende di differenziare il proprio marchio e le proprie offerte; se si hanno alle spalle infrastrutture legacy (con programmi obsoleti e difficilmente integrabili) diventa molto complesso, mentre con la natura elastica e flessibile del cloud è possibile distribuire e adottare rapidamente applicazioni, interfacce ed esperienze personalizzate.

La piattaforma G Suite è già consolidata ed estensibile, pronta ad essere adottata dagli utenti in modo rapido. I clienti di Google possono portarsi in azienda un solido motore di business combinando Gmail, Google Drive, Google Documenti e altre applicazioni, in un'unica soluzione di produttività e collaborazione distribuita e utilizzata da tutta l'azienda.

Ma possono anche usare quel motore per trasferire i dati da diverse fonti e repository e servirli ai clienti in modi unici per le loro esigenze. 

La sicurezza a "livello enterprise" supporta la trasformazione digitale

Qualsiasi modifica all'infrastruttura di un'organizzazione verrà accompagnata con domande sulla sicurezza. È fondamentale che qualsiasi piattaforma e applicazione che tocca dati personali o dati sensibili sia affidabile: G Suite utilizza un'esperienza di sicurezza enorme e in continua evoluzione,  integrata in modo silente nell'esperienza cloud dei clienti.

G Suite si trova sulla Cloud Platform di Google, che utilizza un sistema di sicurezza specifica per i diversi livelli. Le aziende dovrebbero monitorare il loro stato di sicurezza interna e conformità alle best practices aziendali, ma l'utilizzo di G Suite offre il (grande) vantaggio di portare sulla posta e sul cloud che si utilizzerà in azienda delle rigide politiche e alti standard di sicurezza.

Con una rigorosa sicurezza suoi suoi data center fisici, le funzionalità specifiche integrate nella piattaforma e al presenza nel team di sviluppo di alcuni dei più grandi esperti di sicurezza cloud del mondo, G Suite è progettato per un ambiente operativo ad alto numero di postazioni digital. Questo aiuta i CIO a non concentrarsi per mesi sulla formazione e sull'implementazione della tecnologia, ma sul metodo e le pratiche di utilizzo, che possono essere funzionali agli obiettivi aziendali.

L'introduzione di una cultura della collaborazione

Con G Suite, le aziende possono abbattere i muri tra i dipendenti e i reparti, andando verso la collaborazione spinta, con strumenti come la messaggistica semplice o la condivisione strategica.
Ad esempio, Google Docs consente ai dipendenti di un'azienda di condividere e collaborare sui progetti in tempo reale, indipendentemente dal fatto che stiano creando una presentazione o sistemando un contratto.

Con le funzionalità di collaborazione in tempo reale in G Suite, i team possono:

  • Migliorare l'efficienza per risolvere i problemi e affrontare attività complesse: i documenti consentono ad altre persone di fornire feedback e annotazioni immediate attraverso la chat integrata. È disponibile anche la chat di Hangouts per le conversazioni a distanza e Chat per sostituire la posta aziendale, raggruppando le conversazioni attorno ai temi, progetti, clienti, team...

  • Connettere tutti i lavoratori in remoto: con G Suite, i team o i dipendenti, dislocati i qualunque tutto il mondo possono godere della stessa connettività-produttività e capacità di interagire con i colleghi in real time come se si trovassero nello stesso ufficio. Google Hangouts garantisce che le persone possano interagire con voce e video ovunque e in qualsiasi momento, utilizzando le applicazioni sia sul Web che sui dispositivi mobili. C'è anche la possibilità di utilizzare la G-Suite Jamboard (una lavagna digitale) per condividere idee visive in modo rapido ed efficace.

  • Potenziare le persone giuste: le impostazioni granulari delle autorizzazioni con G Suite permettono agli amministratori di controllare esattamente come i file vengono condivisi all'interno e all'esterno dell'organizzazione. Gli utenti ricevono persino avvisi quando stanno per condividere informazioni al di fuori della loro rete.

Insomma, il concetto base è: non sapere da DOVE e sa COSA partire per portare la Digital Transformation all'interno della vostra azienda? Cominciate con G Suite.  

 

scarica ebook gratis 5 software che abilitano la digital transformation