Quali sono le tendenze della digital transformation, quali sono i trend che stanno trainando questo movimento dirompente che sta cambiando il business model di tutte le aziende del mondo?

1. Connected Clouds (pubblico, privato, ibrido)

Ciò che sta accadendo è che le aziende stanno capendo che portare tutto sul cloud pubblico, privato o sui data center, non è l'opzione migliore. A volte, hanno bisogno di un mix di tutti i tipi di cloud o solo di alcuni elementi.

Pertanto, i cloud interconnessi stanno continuando a svilupparsi per soddisfare le mutevoli esigenze delle aziende, a seconda che si desideri l'archiviazione cloud, la rete, la sicurezza o la distribuzione di app. I principali fornitori di cloud pubblico come Amazon e Alibaba stanno rispondendo alla differenziazione della domanda, offrendo opzioni di cloud privato.

Stiamo anche vedendo come Microsoft, tramite Azure, HPE, con la loro acquisizione 2017 di partner tecnologici cloud, e VMware, con la loro recente acquisizione di tecnologie CloudHealth, si impegnano maggiormente per connettere le diverse esigenze di cloud. Il termine Multicloud sarà la nuova parola d'ordine quando si parlerà di cloud.

Per la maggior parte delle aziende ciò significa un mix di carichi di lavoro in esecuzione su ambienti pubblici, privati ​​o ibridi e questo sarà un trend che diventerà la normalità nei prossimi anni.

2. I chatbot diventano sempre più performanti

So che tutti abbiamo avuto esperienze estremamente frustranti con i chatbot negli ultimi anni. La buona notizia è che si tanno facendo enormi passi avanti nell'elaborazione del linguaggio naturale (NPL) e nell'analisi dei sentimenti - così tanti, infatti, che alcuni credono la NPL sconvolgerà l'intero settore dei servizi in modi che non avremmo mai immaginato.

Pensa a tutti i servizi che potrebbero essere forniti senza esseri umani: linee di fast food, elaborazione di prestiti, reclutatori di forza lavoro... Inoltre, la NPL consente alle aziende di raccogliere dati e migliorare il servizio basandosi su di questi. Circa il 40% delle grandi aziende lo adotterà o lo ha già adottato nel 2019, il che lo rende uno dei nostri principali trend di digital transformation in corso.

Ora, so che molti sono allarmati da come l'IA e i chatbot potranno influire sulla forza lavoro, ma sono anche fiducioso sul fatto che le aziende aumenteranno la loro forza lavoro anziché sostituirle poiché le macchine possono essere brave a rispondere alle richieste chiare ma lasciano molto a desiderare quando si tratta di gestire l'empatia e l'emozione umana necessarie per offrire grandi esperienze ai clienti.

3. Il GDPR impatta sul brand

Nell'agosto del 2018, circa 1/3 delle aziende non era ancora conforme al nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati, che mira a fornire un alto grado di protezione dei dati per gli utenti e il controllo da parte di quest'ultimo sui dati in possesso delle aziende.

Purtroppo, ad oggi, più di 1.000 siti americani di news non sono ancora disponibili in Europa, generalmente perché non si preoccupano così tanto della sicurezza dei dati da utilizzare il GDPR come un'opportunità, anziché come un peso.

Cosa significa questo quando stiamo parlando di tendenze della trasformazione digitale? Significa che gli utenti si preoccupano sempre di come verranno utilizzate le loro informazioni personali in possesso delle aziende e cercheranno di capire quali di queste hanno a cuore la loro privacy e quali no.

Il GDPR è solo l'inizio di una visione amplia e globale sul dato personale, che renderà le aziende di tutto il mondo responsabili di come trattano la privacy e i dati personali. Questa tendenza servirà come monito per le aziende e le stimolerà per un modo migliore di costruire autentiche relazioni con il loro pubblico, rispetto all'uso improprio e all'abuso di dati personali che si fa spesso, in nome del marketing e vendita.

4. Augmented Reality? Sì! Virtual Reality? (Ancora) No...

La realtà virtuale (VR) è così bella... ma non è applicabile e non trova utenti che si appassionano, al di là dei videogiochi (pochi) e delle applicazioni altamente specializzate in settori iperverticali.

Invece, la realtà aumentata (AR), il fratellino meno sexy della realtà virtuale, continua ad essere il nome più trendy per le tendenze della trasformazione digitale.

L'AR ha trovato tonnellate di casi d'uso nella formazione della forza lavoro aziendale, il che significa che non è solo bella, è utile. Ed è di questo che tratta la tecnologia. In effetti, anche se alcuni pensano che sarà un processo lento, credo che lo sviluppo della realtà aumentata crescerà in maniera esponenziale nei prossimi anni.

5. Dai Dati alle Analytics, passando dalla Machine Learning, fino all'AI

Al centro di tutte queste tendenze tecnologiche cade il perno del dato.
I dati sono fondamentali per consentire alle aziende di prendere buone decisioni su prodotti, servizi, dipendenti, strategia e altro ancora.

Non vedremo un rallentamento di questa tendenza e all'accumulo di dati, anzi, assisteremo ad un'esplosione verso il basso di piccoli player che cominceranno ad usare il dato nelle quotidiani.
Abbiamo creato il 90% dei dati mondiali nell'ultimo anno, probabilmente l'anno prossimo ci metteremo 6 mesi a raccogliere la stessa mole di dati esistenti e il processo sarà incrementale e sempre più rapido.

Anche se c'è una pletora di aziende come Microsoft, SAP, HubSpot e Salesforce (solo per citarne alcune) che mostrano la loro leadership di mercato nella promozione dei dati trasformati in analisi di business significative, c'è comunque ancora molto da fare da parte delle aziende per portare a compimento una rivoluzione strategica basata sul dato, rendendoli fruibili alle differenti parti delle organizzazioni in maniera e per scopi differenti.

Con una potenza di elaborazione che migliora continuamente, vedremo i leader digitali investire per arrivare all'apprendimento automatico guidato dall'intelligenza artificiale. E saranno sempre di più, in tempi sempre più rapidi.

Chi non entrerà nell'economia del dato sarà destinato ad incontrare grosse difficoltà per rimanere nel mercato.